Archivi tag: perfomance

Estate_celebrazione #4

Estate_celebrazione #4 è la quarta perfomance realizzata all’interno dello studio sulle stagioni, ideata da Iula Marzulli, realizzazione video Marianna Fumai, produzione Factor Hill.

Il lavoro si presenta come un ciclo, l’uroboro in cui tutte le stagioni si muovono e in cui l’essere umano è immerso. L’osservazione del dato naturale permette allo stesso tempo un maggiore ascolto di sé e degli altri. In “Estate” predomina sia la forma della still performance che il movimento. Un controsenso apparente che serba in sé la forma di un rituale.

La performance si presenta come una installazione composta da rami di ulivo, mirto e ciliegio, terra e video proiezione. Al termine della proiezione, il cui sonoro è composto da suono e parola poetica, la performer prende forma attraverso movimenti seriali con la terra.

Tecniche: video, installazione, movimento, poesia

estate5_exviri estate3_foto-di-giulia-laddago estate4

 

Summer_celebration #4 is the fourth performance realized within the studio on seasonal cycle, created by Iula Marzulli, video editing by Marianna Fumai, production Factor Hill.

The work shows itself as cycle: the ouroboros in which all the seasons move and the human live. The observation of the natural elements lets possible the listening of the self and of the other. In “Summer” there is a cohabitation of the still performance form and the movement. An opposition that is only an illusion, included in the form of a modern artistic ritual.

The performance shows itself as art installation composed by branches of different trees, soil and video projection. At the end of the video, (elaborated with sound and poetic word), the performer moves on the soils in serial ritualistic movements.

Techniques: video, installation, movement, poetry

Inverno (primavera) esperimento #2

19/4/2017

img_7487cde

Inverno (Primavera)_Esperimento #2” è il secondo rituale elaborato all’interno del progetto di ricerca sulle stagioni, portato avanti da Iula Marzulli. Questo secondo quadro è realizzato in collaborazione con i musicisti Dario Nitti e Fabio Gemelli

Suoni. Musica minimale. Una figura di spalle al muro si muove sul bianco. Bianca anche la pelle. Non si capisce bene l’identità del corpo. La figura si muove senza staccarsi dal muro, quasi fosse radicata in esso. La musica si fa più ampia e la figura, liberandosi dal muro, si riveste. Il suono si mischia alla voce poetica: «devi avere molto grasso per resistere agli inverni», si sente nel bianco.Il corpo spazia più libero, spacca la sua verticalità, scopre nuove parole, riparte dalla cenere. L’inverno svela la fragilità ma mantiene anche la forza. «La tua forza è la mia/la tua fragilità è la mia (…) la tua vita è la mia/la tua perdita è la mia». Mentre sul muro e sul corpo, nuovamente nudo, il bianco si apre a immagini di germogli. E’ la primavera? Forse, ma dopo tutto, «la primavera non è che una delle parti più visibili dell’inverno».

Performance per suono, immagini, cenere, azioni a cura di Iula Marzulli, Dario Nitti e Fabio Gemelli. Video a cura di Alessandro Indrio.

Dove: circolo Arci Gramigna, via Adige 31
Quando: 19 aprile alle ore 21
fb: https://www.facebook.com/GramignArci-123547464396662/?fref=ts